A/R da Maso Martis: Antonio&Roberta raccontano Madame Martis Trentodoc Brut Riserva

A/R da Maso Martis: Antonio&Roberta raccontano Madame Martis Trentodoc Brut Riserva

Posted by on 31 ottobre 2014
Category: Eventi, Maso Martis, territorio, vino&arte, visite speciali

Intervista DOC-PIA n.3 – Da Maso Martis, azienda agricola sulla collina di Trento, Antonio e Roberta ci raccontano finalmente il loro sogno: Madame Martis Trentodoc Brut Riserva. Non solo, ci guidano alla scoperta dell’Enoteca del Trentino – Palazzo Roccabruna a Trento e del vitigno più particolare, simbolo di Maso Martis, il Pinot Meunier.

 

MADAME MARTIS TRENTO DOC
Madame Martis Trento Doc Brut Riserva è il “sogno” che Antonio e Roberta hanno alimentato fin dalla nascita di Maso Martis, la loro azienda agricola sulla collina di Trento. Un metodo classico di rango che racchiude la consapevolezza delle loro abilità artigianali, una combinazione di vitigni unica con le uve migliori, e il lento tempo di maturazione (8 anni di sosta sui lieviti). Un prodotto così di rango e di eccellenza che è stato naturale – per Antonio e Roberta – decidere di dedicarlo alle figlie Alessandra e Maddalena, attribuendo a questo TrentoDoc un nome di una donna.

IL FATTORE DISTINTIVO: Pinot Meunier
Madame Martis è la quintessenza del terroir della collina di Trento. E’ un connubio unico tra l’eleganza del Pinot Nero (70%), la fragranza dello Chardonnay (25% in barrique dalla vendemmia fino al tiraggio) e la morbidezza di uno dei vitigni minori – poco presenti in Trentino – il Meunier (5%), termine francese che significa  “mugnaio” e che richiama la caratteristica lanugine presente sulla parte inferiore della foglia, sembrando così essere ricoperta di farina – capace di dare una forte personalità a Madame Martis.

Sono poche le celebri bottiglie con etichetta blu che escono ogni anno da Maso Martis: nel 2004, sboccatura agosto 2013, solo 1000. La Riserva speciale esce solo nelle annate ritenute all’altezza:, un vero lusso per coloro che stappandole condivideranno il sogno di Roberta e Antonio.

TRENTO BRUT MADAME MARTIS RISERVA 2004: premi e riconoscimenti 

– 5 Grappoli Bibenda 2015  e tra i Top 10 Vini d’Italia di Bibenda

– Corona dalla guida ViniBuoni d’Italia 2015

– Massimo riconoscimento da VITAE 2015

– 5 Sfere Sparkle 2015

 

DEGUSTARE TRENTODOC E MADAME MARTIS: Palazzo Roccabruna Trento

Oltre che a Maso Martis e in diversi locali di Trento, potrai degustare Maso Martis Trento Doc a Palazzo Roccabruna, la sede dell’Enoteca Provinciale del Trentino, casa dei prodotti enogastronomici locali. L’elegante palazzo nel cuore di Trento, è aperto per tutti i WineLovers dal giovedì al sabato, dalle 17.00 alle 22.00. Oltre alle degustazioni abbinate a prodotti del territorio.

INTERVISTA DOC-PIA su Madame Martis

Come nasce questo metodo classico?
Antonio: Nasce dall’intento di creare un Trentodoc dalla forte personalità, senza compromessi!
Roberta: Nasce dalla voglia di metterci alla prova. Dopo aver acquisito esperienza sul campo, imparato a conoscere i nostri vitigni ed aver accertato la grande risorsa a nostra disposizione, perché non osare e saper attendere? Dalle nostre uve sono nati prodotti molto apprezzati e che hanno una grande struttura e tenuta

Il momento più emozionante legato alla storia di Madame Martis Trentodoc Brut Riserva?
Antonio: La degustazione del millesimo 1999, il suo debutto!
Roberta: La presentazione al Merano Wine Festival! Dopo tanta attesa, la scelta del nome e il coinvolgere le nostre ragazze che, anche se giovanissime, erano tutte e due emozionatissime 😉

Se Madame Martis Trentodoc fosse una persona, sarebbe…
Antonio: Una donna di carattere e di successo
Roberta: Una donna dal carattere forte e deciso, affascinante e intrigante, sorprendente e molto passionale

A chi lo consigliereste e per quale occasione?
Antonio: ad un consumatore evoluto capace di cogliere le più sottili sfumature e quindi apprezzarlo appieno. Indubbiamente una bottiglia da portare in tavola da accompagnare con un buon piatto e un’ottima compagnia
Roberta: a chi vuole assaporare un prodotto unico nel suo genere, e per qualsiasi occasione conviviale e condivisa. A chi vuole stupire!

Chi ha scelto l’etichetta? Ci racconti il significato del colore “blu”?
Antonio: L’etichetta l’ha scelta Roberta… un tocco di classe tutto femminile
Roberta: E’ la parte del mio lavoro che mi piace di più 😉 L’etichetta è sempre una scelta impegnativa. Sicuramente Madame Martis desta attenzione. Il colore Blu è elegante intenso e profondo

Se Madame Martis Trentodoc fosse un parente sarebbe…
Antonio: La compagna di vita
Roberta: Sarò monotona, ma per me i nostri vini sono tutti figli, forse questa figlia è quella dalla gravidanza più difficile e la più esigente 😉

Quando degusti Madame Martis Trentodoc senti…
Antonio: la soddisfazione di ritrovare i profumi del Pinot Nero, dello Chardonnay e la gran morbidezza del Meunier, la grande struttura
Roberta: L’apoteosi di sensazioni lunghe e persistenti. Un senso di soddisfazione e appagamento.

Consigli pratici

… dopo l’acquisto, come va conservato in casa? Come tutti i vini a temperatura costante (10-12°C.) coricate e al riparo dalla luce.

 

 … le fasi per la degustazione ottimale?Temperatura di servizio 10-12° C. usando un bicchiere ampio, che permetta a Madame Martis di aprirsi esaltando il suo bouquet

 

Madame Martis si abbina perfettamente…

All’arte in cucina – proposta ogni giorno da Chef Cristiano Tomei del ristorante L’Imbuto di Lucca (e neo Giudice de “I Re della Griglia” su Dmax). Un nostro suggerimento?

Italian Fish & Chips

Linguine con olio & Ricci di mare

Manzo sulla corteccia di pino
 

Perché non incontrare la Madame Martis di persona? L’Azienda Agricola Maso Martis è aperta e propone diverse tipologie di degustazione e visite – adatte alle vostre specifiche esigenze.

Gli orari di visita e degustazione sono: Lunedì al Venerdì 8.30-12.30 / 14.00-18.00 – Sabato e festivi solo su appuntamento.

 

Dopo questa “licenza speciale”  (a Madame Martis non piace parlare di sé, ma preferisci che siano le sue bollicine a raccontarla, ndr)
la penna blu più famosa tornerà presto a scrivere 😉
Foto di Maso Martis – PH LuisellaSavorelliwww.limbuto.it (PH Lido Vannucchi)