Dai primi passi in cantina, alla tesi su Maso Martis…vi racconto la storia di Alessandra

Dai primi passi in cantina, alla tesi su Maso Martis…vi racconto la storia di Alessandra

Posted by on 9 febbraio 2016
Category: donne

In queste giornate di finto inverno, dove le nuvole sono basse, l’orizzonte è tinto di grigio e l’aria è umida, ho voglia di racconti , di storie. Sulla scrivania ci sono degli album con le foto che abbiamo utilizzato per la mostra fotografica dei nostri 25 anni. Sfoglio le pagine degli album, sotto le mie mani scorrono gli anni e mi rendo conto del tempo che è passato.
storia-maso-martis
La voce brillante di Alessandra distoglie i miei pensieri dal passato “Madame ti preparo un the?” sollevo lo sguardo e lo poso sul suo viso sorridente, che mi fissa in attesa di una risposta, faccio un cenno con il capo e poi continuo il mio viaggio nel tempo. E come per magia ritorno in cantina tanti anni fa…e rivedo i primi passi di Alessandra. Nonna Jole che le insegna a camminare lanciandole i bidule, piccoli tappi in plastica che vengono posizionati sotto il tappo corona, una volta imbottigliato lo spumante….era proprio destino che il vino fosse parte integrande della sua vita.

primipassi-cantina-masomartisIl fischio del bollitore mi riporta alla realtà, il the è pronto e Alessandra, porgendomi una tazza fumante, si siede accanto a me. Ne sono passati di anni da quei primi passi in cantina…oggi ho davanti a me una donna determinata con tanti sogni nel cassetto e la valigia pronta per portare Maso Martis lontano.

Ma cosa rappresenta per una ragazza di 22 anni, nata e cresciuta a Maso Martis, che da sempre ha respirato l’odore della campagna e della cantina, il mondo del vino?

“Crescere in azienda ti fa entrare per forza in contatto con tutto quello che accade al suo interno, quando sei più piccola hai un contatto diretto con la natura e poi crescendo ti avvicini ai processi produttivi, inizi a capirne le dinamiche e inconsciamente entri a farne parte. Mi sono sempre considerata molto fortunata a vivere qui, in un’azienda agricola biologica sulla collina di Trento. Certo, vivere nel luogo dove si lavora non ti permette mai di “staccare la spina” totalmente, ma avere la fortuna di crescere in una grande famiglia come quella di Maso Martis è per me fonte di orgoglio.

eventi-masomartis

Ho iniziato ad interessarmi maggiormente al mondo del vino durante gli ultimi anni delle superiori, iniziando a partecipare agli eventi, seguendo i miei genitori durante le varie trasferte in giro per l’Italia. Ho iniziato così, quasi per gioco, a conoscere e valorizzare le peculiarità dei nostri prodotti, ascoltando la passione nelle parole di mamma e papà quando raccontavano dell’effervescenza delle Dolomiti e del loro sogno.

25 anni insieme

Una volta finito il liceo, la scelta dell’Università non è stata quindi casuale, avevo le idee chiare, sapevo che volevo studiare per portare un valore aggiunto all’azienda che ormai era parte integrante della mia vita. Ho conseguito la laurea presso la libera università di lingue e comunicazione IULM a Milano, seguendo il corso in relazioni pubbliche e comunicazione d’impresa. L’esperienza milanese è stata per me un trampolino di lancio verso una crescita, soprattutto personale e durante la quale sono riuscita a maturare una mia idea di lavoro. I tre anni lontani da casa non mi hanno permesso certo di collaborare assiduamente con la vita dell’azienda, ma ho comunque cercato di dare il contributo anche da lontano. Nuovi progetti, nuovi prodotti, le nuove etichette, il restyling della comunicazione, il sito e poi gli eventi…insomma anni di studi sì, ma anche di tanto lavoro pratico sul campo.

Quello che ho studiato e le esperienze che ho fatto durante i miei anni di studio, mi hanno portata ad incentrare anche la mia tesi su Maso Martis: “Misurare l’identità organizzativa nel B2B: il caso Maso Martis”. Lo scopo di questo studio è stato di valutare dove l’azienda poteva migliorarsi, con l’obiettivo di portare un valore aggiunto.

laurea-alessandra

A novembre mi sono laureata e finalmente posso muovere i miei primi passi da imprenditrice accanto a te Madame Martis. Il mio sogno è quello di occuparmi della comunicazione di Maso Martis, dell’accoglienza in cantina e della cura degli eventi, e sono sicura di avere le carte in regola per fare un ottimo lavoro. Tra le tante cose che ho in programma per questo nuovo anno desidero approfondire la mia conoscenza del mondo del vino e poi viaggiare per portare innovazione e nuova linfa all’azienda.

I miei genitori hanno creato un gioiello e con il loro esempio mi hanno insegnato cosa serve per realizzare un sogno: sacrificio, impegno, passione e dedizione. Oggi la soddisfazione più grande è vedere che tutti i loro sforzi sono ripagati dal successo del nostro prodotto. Penso che dopo 25 anni di attività sia il regalo più bello e spero riuscire a continuare a portare alto questo nome.”

Grazie Alessandra, sono sicura che assieme faremo grandi cose 😉

A presto vostra

Madame Martis